Linfonodi infiammati: rimedi e prevenzione

 

sistema-linfatico

Il sistema linfatico è legato al sistema circolatorio, ma, nonostante questa relazione, è troppo spesso ignorato o dimenticato. Lo ricordiamo solo quando sorgono problemi con i nostri linfonodi, di solito durante una qualsiasi infezione.

Il sistema linfatico ha varie funzioni, tra le quali alcune incidono sul sistema immunitario, altre nella pulizia del sangue e nella disintossicazione dei nostri corpi. Un'enorme rete di vasi linfatici ed una serie di piccoli organi deominati linfonodi riciclano il plasma rimuovendo il fluido dai tessuti, filtrandolo e riportandolo nel flusso sanguigno.

Quindi, il sistema linfatico è responsabile della rimozione di rifiuti, tossine e materiale / organismi dannosi dai tessuti, compreso il grasso in eccesso. Ecco perchè è così importante prendersene cura per la prevenzione dei linfonodi.

Inizia a trattare meglio il tuo sistema linfatico evitando tossine, sostanze chimiche e alimenti difficili da digerire, ovvero alimenti trasformati impregnati di pesticidi, conservanti e ingredienti artificiali.

 

 

Quindi inizia ad aggiungere questi alimenti alla tua alimentazione:

  • Mirtillo rosso

linfonodi-mirtillo-rosso

Il mirtillo rosso ti aiuterà a rimuovere le tossine in eccesso che ostruiscono i tuoi vasi linfatici Scegli frutta e succhi di mirtilli freschi, non quelli elaborati dolcificati e pastorizzati.

 

  • Verdure a foglia verde

linfonodi-verdure

La clorofilla, la sostanza nutritiva verde che cattura la luce solare, ha potenti proprietà depurative ed effetti benefici sul sangue e quindi sul fluido linfatico. Consuma il più possibile verdure a foglia verde come cavolo, spinaci, cime di rapa, foglie di tarassaco, broccoli.

 

  • Noci e semi

linfonodi-noci

Gli acidi grassi essenziali, i grassi sani presenti in semi come chia, noci, olio d'oliva, olio di cocco, cocco e avocado, svolgono un ruolo fondamentale nel combattere l'infiammazione.

Inoltre rafforzano il tessuto vascolare, aiutano l'assorbimento di vitamine e minerali liposolubili e aiutano nella rimozione dei rifiuti e tossine.

 

  • Zenzero e curcuma

linfonodi-zenzero

Lo zenzero ha effetti benefici sulla digestione e sulla circolazione, due sistemi che sono legati direttamente al sistema linfatico mentre la curcuma aiuta a ridurre l'infiammazione, fluidifica il sangue e migliora la circolazione.

 

  • Alghe marine

linfonodi-alghe

Le alghe aiutano il corpo a disintossicarsi ed eliminare i liquidi in eccesso che possono accumularsi nei tessuti e rallentare il sistema linfatico.

 

  • Aglio

linfonodi-aglio

L'aglio aumenta la funzione immunitaria e combatte i microbi dannosi. Migliora la circolazione e favorisce la pulizia delle tossine.

 

  • Agrumi

linfonodi-agrumi

Gli agrumi aiutano l'idratazione, trasportano potenti antiossidanti ed enzimi e aiutano a purificare e proteggere il sistema linfatico. Essi sono anche fondamentali nella produzione di collagene e apportano anche altri benefici all'organismo, tra questi sono noti per contrastare anche la caduta dei capelli, ovviamente nei casi più gravi di natura genetica sarà necessario ricorrere a tecniche più mirate come farmaci (minoxidil e finasteride), trapianto o la nuovissima tecnica di tricopigmentazione (vedi su beautymedical).

 

linfonodi-vitamine

Una delle chiavi per prevenire il più possibile l'infiammazione e l'ingrossamento dei linfonodi è senza dubbio il rafforzamento del sistema immunitario. Ecco perché è importante consumare quotidianamente i seguenti principi nutritivi:

  • Vitamina C

È essenziale per il tuo sistema immunitario. Combatte infezioni e virus e protegge le tue cellule. Puoi trovarla sprattutto negli agrumi come kiwi, in fragole, mango e pomodori

 

  • Vitamina E

Aumenta la produzione di globuli bianchi, che ti proteggono da cancro e batteri.

La vitamina E si trova nella maggior parte di frutta e verdura e nella frutta secca, soprattutto in noci, pistacchi, mandorle, ecc.

 

  • Alimenti ricchi di Betacarotene

Hanno antiossidanti, combattono i radicali liberi e rafforzano le tue difese immunitarie.

È essenziale mangiare carote, mais, anguria, cavoli, barbabietole, zucca, asparagi, albicocche per la prevenzione.

 

  • Selenio e zinco

Questi ti aiutano a produrre più cellule, che forniscono energia al tuo sistema immunitario.

Quali alimenti contengono selenio e zinco? Facile: cereali integrali, noci del Brasile, frutta secca,  frutti di mare, soia, ecc.

 

Se è vero che l'alimentazione è uno strumento di prevenzione fondamentale contro l'ingrossamento dei linfonodi, è anche vero che fare affidamento solo sui cibi non è sufficiente. Ecco qualche altro suggerimento per la prevenzione dei linfonodi infiammati.

 

 

Linfonodi e prevenzione: esercizio fisico e rimedi naturali

linfonodi-attivita-fisica

L'esercizio fisico è il modo migliore che possiamo utilizzare per mantenere la nostra linfa in circolazione come dovrebbe.

Quando svolgiamo una vita troppo sedentaria il nostro sistema linfatico rallenta notevolmente, l'esercizio aumenta il flusso linfatico dal 10 al 30%. Quando svolgiamo attività fisica creiamo movimento nei muscoli addominali e nel diaframma: questa compressione ed espansione aiuta ad aumentare la circolazione del sangue e della linfa.

I muscoli scheletrici sono anche una pompa importante per il flusso linfatico e venoso (specialmente le gambe), in quanto spingono i liquidi verso il cuore

L'esercizio fisico non solo aiuta a prevenire le ghiandole gonfie, ma aiuta anche a ripulire il sistema linfatico.

 

Per la prevenzione dei linfonodi infiammati sono molto utili anche i rimedi erboristici, come:

  • La radice di bardana: è un'erba che è stata usata dagli erboristi per migliaia di anni. È un detergente per il sangue che è considerato un'erba linfatica, favorendo il flusso della linfa. Puoi berla come decotto(tè) facendo bollire la radice in un litro d'acqua. Come ottimo sostituto del caffè, puoi berne fino a quattro tazze al giorno;
  • La radice rossa: anche questo rimedio erboristico è stato tradizionalmente considerato un'erba linfatica e un purificatore del sangue. Può essere presa come una tintura prendendone 1/2cucchiaini da tè tre o quattro volte al giorno Se lo bevi come decotto, comunque puoi assumerne anche soltanto 1/4 di tazza prima di ogni pasto;
  • Cerastio. Se hai la fortuna di vivere dove cresce il Cerastio assumilo fresco, mettilo in un frullatore con un po' d'acqua, frulla e bevi. È un ottimo depuratore del sangue, puoi anche consumarlo nell'insalata, il suo sapore è delizioso.

 

Anche ridurre attivamente lo stress può migliorare il flusso linfatico: una buona postura, yoga e pilates, praticare stretching regolarmente possono allentare le tensioni fisiche e di conseguenza anche quelle mentali, favorendo l'espulsione delle tossine dannose per la salute dell'organismo.

Tutte queste strategie sono eccellenti per alleviare l'ansia e supportare la funzione immunitaria, tali pratiche alleviano la congestione e stimolano la rimozione dei patogeni dal corpo.

Non dimenticate quanto sia importante anche una corretta respirazione: sedetevi comodamente e inspirate ed espirate lentamente, concentratevi sul respiro.Questa espansione e contrazione ritmica del diaframma aiuta a pompare sangue e linfa e, così come una vita sana e attiva ed un'alimentazione equilibrata, ti aiuterà a prevenire l'accumulo di tossine e terrà a bada le infiammazioni, spesso alla base dell'aumento delle dimensioni dei linfonodi.